Assistenza Domiciliare Integrata all’Assistenza Sanitaria

(ADI-PAC) - Comune di Palermo e Santa Cristina Gela

La CAPP Cooperativa Sociale, in data 7 novembre 2016 ha sottoscritto un Patto di Accreditamento con il Comune di Palermo per la gestione del Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata con l’Assistenza Sanitaria (ADI/PAC) nel Distretto Socio Sanitario 42 della Regione Sicilia.

Il Servizio è rivolto ad anziani non autosufficienti; utenti affetti da patologie croniche stabilizzate non autosufficienti; utenti affetti da patologie acute o riacutizzate, temporaneamente invalidanti; utenti inguaribili in fase terminale che non rispondono a trattamenti specifici; a pazienti critici e speciali; utenti affetti da demenza Alzheimer negli stadi III, IV,V e VI della GDS, che necessitano di un’assistenza caratterizzata dalla presa in carico globale, attraverso un complesso di prestazioni socio assistenziali e sanitarie rese in forma integrata con l’obiettivo di favorire il mantenimento del più alto livello possibile di autonomia delle persone, costruendo insieme a loro percorsi che diano risposta ai bisogni assistenziali e che favoriscano la socializzazione attraverso il mantenimento ed il rafforzamento delle relazioni familiari e sociali.

Ogni azione è stabilita da un’Equipe (Assistente Sociale Coordinatore; OSA/OSS; Ausiliare) che sulla base del Progetto Assistenziale Individualizzato, agisce sulla situazione di disagio coinvolgendola famiglia e la comunità in un’ottica di rete.

 

Il Servizio prevede:

• Presa in carico globale dell’utente e della famiglia e cura della relazione d’aiuto;

• Attività di informazione e orientamento sulle risorse del territorio e aiuto per l’accesso appropriato ai Servizi;

• Raccordo costante con il Servizio Sociale Territoriale del Comune, con il Medico di Medicina Generale e con le risorse del territorio;

• Aiuto all’igiene personale ed al governo dell’alloggio, nella preparazione ed assunzione dei pasti e nella gestione delle attività quotidiane all’interno ed all’esterno dell’abitazione, nella mobilità, nella deambulazione e mobilizzazione del soggetto allettato e alla corretta assunzione di farmaci prescritti e nel corretto utilizzo di apparecchi medicali di semplice uso;

• Collaborazione con il personale sanitario nelle attività finalizzate al mantenimento e/o recupero delle capacità psico fisiche, cognitive e relazionali;

• Collaborazione alla rilevazione dei bisogni e delle condizioni di rischio danno dell’utente con l’obbligo di riferire sui sintomi di allarme;

• Prevenzione delle piaghe da decubito ed effettuare piccole medicazioni;

• Controllo ed assistenza nella somministrazione delle diete;

• Attività di stimolo al mantenimento delle capacità psicofisiche, cognitive e relazionali;

• Pulizia dell’alloggio;

• Disbrigo pratiche, commissioni esterne e accompagnamento dell’utente, se occorre, fuori dalla sua abitazione con il mezzo di trasporto dell’Ente.

Informazioni aggiuntive